Il CCS è un’impresa sociale a rete che si prende cura di 1.000 persone con disabilità che usufruiscono dei servizi. Inseriti nelle comunità locale del Veneto, costruiamo possibilità di crescita sostenibile attraverso la gestione di attività formative, lo sviluppo di politiche attive del lavoro, la consulenza per l’innovazione dell’impresa e per la promozione di welfare comunitario.

Formazione
Ente formativo accreditato dalla Regione Veneto per la formazione continua e superiore, progetta, gestisce e realizza progetti di formazione. Supporta le imprese nella formazione obbligatoria (sicurezza, primo intervento, antincendio, libretto sanitario).

Welfare
Il Consorzio è uno strumento di coordinamento e sviluppo delle politiche sociali, delle politiche sanitarie e delle politiche del lavoro. Contribuisce a raggiungere le finalità “pubbliche” delle associate, costruendo assieme obiettivi di “interesse generale” di una comunità.

Impresa
L’organizzazione a rete assiste le imprese sociali aderenti offrendo competenze e strumenti professionali. Consulenza di direzione, contabilità e finanza, gestione personale e buste paga, sistemi di gestione aziendale (qualità, sicurezza…).

LE TAPPE DI UNA STORIA

1995

Alcune cooperative sociali di tipo B e di tipo A (tra cui L’IRIDE scs rimasta l’unica fondatrice ora socia) costituiscono il consorzio con l’obiettivo preminente di svolgere l’attività sindacale preso gli enti pubblici e formativa. Nel primo anno organizza un corso di 40 ore per dirigenti di cooperative in collaborazione con IRECOOP Veneto. In collaborazione con CCIAA di Padova organizza un corso dal titolo “L’impresa sociale tra stato e mercato”.

1996

Il consorzio aderisce a CIVITAS,manifestazione fieristica sul terzo settore che si tiene a Padova. Promuove la nascita della cooperativa sociale L’Alveare di Montagna e supporta lo sviluppo della cooperativa sociale Giovani e Amici di Terrassa Padovana. Esce la cooperativa Coges dalla compagine sociale. Aderisce al progetto di promozione di un consorzio fidi. Aderisce a Confcooperative.

1997

Promuove la nascita di Emmauel e di altre cooperative sociali che forniscono servizi per famiglie con persone disabili. Si costituisce il coordinamento di area handicap all’interno del consorzio, con l’obiettivo di occuparsi della formazione degli operatori e dello sviluppo progettuale dei servizi. Escono le cooperative CAP e L’ALBA. Convenzione con il Ministero della Difesa per la gestione degli obiettori di coscienza.

1998

Il consorzio inizia presenta e gestisce per le cooperative sociali aderenti i progetti 236/93 promossi dalla Regione Veneto per il finanziamento della formazione degli operatori delle cooperative sociali di tipo A. Promuove la nascita di MEA scs

1999

Promuove la nascita di Spazio Elle scs. Viene finanziato dalla Regione Veneto il corso FSE obiettivo 3 per alcune cooperative del consorzio. Gestisce il primo corso per operatori OSA/OTA.

2000

il consorzio diventa strumento strategico di sviluppo dei servizi alla persona, si consolida come agenzia formativa e di consulenza di direzione, promuovendo in particolare una rete regionale di servizi per la disabilità grave. Gestisce corso FSE per svantaggiati. Promuove lo spinn-off da L’Iride di DINA MURARO

2003

Ottiene l'accreditamento regionale come Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto per la formazione continua e superiore; inizia a gestire con successo di gradimento e di impatto occupazionale i corsi per Operatori Socio Sanitari.

2004

Progetta e gestice corsi FSE misura D1, B1, C3

2005

Promuove la costituzione di Riesco come evoluzione dei progetti di ristorazione collettiva de L’Iride scs, di Dina Muraro scs e di Mea scs; Progetta e gestisce, finanziato dalla Regione Veneto

2006

Il Consorzio ottiene la certificazione ISO 9000:2000 sia per il centro servizi, sia per la consulenza di direzione sia per l’agenzia formativa. 2007 Gestione del progetto innovativo Mamme in rete finanziato dalla Regione Veneto

2007

Gestione del progetto innovativo Mamme in rete finanziato dalla Regione Veneto

2008

Il consorzio diventa socio di EURICSE ente di formazione e ricerca collegato con l’università di Trento. CCS diventa socio di Tre Venezie rete che raggruppa gran parte di consorzi veneti aderenti a federsolidarietà.. CCS Ottiene la certificazione SA8000:2001. Contribuisce alla costituzione di QRES network multisito per la gestione in rete della qualità dei ssitemi di gestione dei servizi gestiti dalle cooperative sociale e del loro miglioramento continuo.

2009

Collaborazione stabile con IRECOOP Veneto sulle politiche attive del lavoro per dare supporto e formazione a lavoratori in cassa integrazione in deroga

2010

In collaborazione con Coges (capofila) realizza il progetto “Nuove disuguaglianze, nuovi saperi e nuovi strumenti”. Promuove l’avvio di alcuni servizi diurni innovativi nell’area della salute mentale. Conduce una ricerca in collaborazione con alcuni docenti universitari sulla salute nei luoghi di lavoro coinvolgendo tutti i lavoratori delle cooperative sociali socie che hanno aderito al progetto “Salute”.

2011

In collaborazione con la Fondazione Zancan di Padova, attiva una ricerca sulla valutazione di esito nei servizi per la disabilità e per persone con disturbi di salute mentale. Viene realizzata una ricerca sul vissuto dei famigliari di persone con disabilità al fine di targhettizzare dei cluster di riferimento sui quali precisare in maniera più adeguata la proposta di valore. Progetta la gestione di alcuni servizi nell’area della disabilità nella zona di Chioggia e Adria ad alcune cooperative consorziate del territorio. CCS promuove la costuituzione della Fondazione F3 Famiglia, Fiducia, Futuro. Fiduciare non profit per la gestione di TRUST promossi da faglie di persone non autosufficienti.

2012

Ottiene l'accreditamento come organismo per i servizi al lavoro con il codice L034. Realizza il seminario dal nome “il Centro diurno tra passati e futuro” organizzato in collaborazione con la Bottega del Possibile di Torre Pellice di Torino. Partecipazione al Progetto di ricerca dell’università di Padova riguardo “Programma di intervento intensivo rivolto a nuclei familiari con figli da 0 a 11 anni a rischio allontanamento, prevede varie azioni in 10 città italiane

2013

Progetta e gestisce con successo percorsi formativi di work experience: il controller nell’impresa sociale, Global trade assistant, Assistant auditor controller.

2014

Progetta e gestisce con successo percorsi formativi di work experience: web graphic assistant, Lean organisation. Prgetto di family friendly per la conciliazione vita lavoro. in partnership Confcooperative Rovigo e la Fondazione Cassa di Risparmio Padova e Rovigo , l’ente progetta e gestisce il progetto inclusione AICT Polesine Inclusivo.

2015

Progetta e gestisce con successo percorsi formativi di work experience. Il consorsio avvia una porfonda riorganizzazione aziedale.

2016

Progetta e gestisce con successo percorsi formativi di work experience. Implementa al proprio interno il modello di gestione 231 e nomina un organismo di vigilanza. Progetta ed ottiene l’approvazione di una seconda misura AICT sempre in partnership con Confcooperative Rovigo e la Fondazione Cassa di Risparmio Padova e Rovigo denominata Polesine inclusivo 2. Promuove la costituzione di uno spin-off di Riesco scs, sempre nella filiera Agroalimentare denominato Sobon scs

2020

Il Consorzio aggiunge al proprio nome Rete Habile: immaginiamo soluzioni per la qualità della vita delle persone, creando comunità, territori e aziende più inclusive.